Gli studi
Osservatorio Sanpellegrino

Idratazione e Yoga per mantenere l'equilibrio psicofisico del corpo

Idratazione e Yoga per mantenere l'equilibrio psicofisico del corpo

L’acqua svolge un ruolo molto importante anche nella pratica yogica, la disciplina indiana che viene oggi praticata in Italia da decine di migliaia di persone e via di benessere integrale, che ha l’obiettivo di congiungere corpo, mente e spirito.

“Si può dire - spiega Eros SelvanizzaPresidente della Federazione Italiana Yoga - che il ciclo dell’acqua sia una forma di meditazione, infatti permette all’uomo di sentirsi parte di un tutto e di “dialogare” con esso. E’ fondamentale berne almeno due litri al giorno cercando di assumere due bicchieri di acqua calda a digiuno per favorire l’eliminazione delle tossine.”

“Inoltre - osserva Umberto Solimene dell’Università degli Studi di Milano e esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino - è bene idratarsi fino a mezz’ora prima della pratica sportiva”.

“Bisogna tenere presente - conclude Eros Selvanizza - che il nostro corpo è formato sostanzialmente di questo prezioso liquido e pertanto quando l’assumiamo diventa parte integrante del nostro organismo; per questo la sua purezza originaria, la sua conservazione e l’assenza di sostanze inquinanti è così fondamentale.”