Comunicati Brand

L'aperitivo è il momento perfetto per brindare durante le feste

24 Dec 2015

Ristoranti troppo chic, locali snob e costosi, o bar affollati come la metro nell’orario di punta. Sono sempre di più gli italiani che scelgono di scambiarsi gli auguri di Natale comodamente nel proprio salotto per evitare stress (54%), spese eccessive (49%) e la confusione di ristoranti e locali (44%). Secondo 6 esperti di tendenze e lifestyle su 10 infatti la tendenza delle festività natalizie del 2015 sarà organizzare aperitivi tra le mura domestiche, un momento all’insegna dell’intimità e del relax, perfetto per festeggiare con amici e parenti. Un conviviale momento di piacere che va però organizzato nei dettagli e pianificando tutti gli aspetti per non rischiare di fare una brutta figura. I particolari da curare maggiormente secondo gli esperti? Il menù (79%), i cocktail (67%), la decorazione della sala prescelta (59%), la musica adatta (53%) e il look giusto per ogni occasione (42%). Tra gli errori più comuni da evitare, la scelta di spazi troppo stretti (66%), l’imposizione di regole troppo rigide agli ospiti (48%) o dimenticarsi degli ingredienti fondamentali (44%).

È quanto emerge da uno studio promosso dal Sanbittèr Aperitivo Cool Hunting, l’osservatorio sulle tendenze dell’arte dell’aperitivo dello storico analcolico italiano di Sanpellegrino, realizzato attraverso un monitoraggio online mediante metodologia WOA (Web Opinion Analysis) sui principali social network – Facebook, Twitter, YouTube – blog e community, coinvolgendo 80 esperti di lifestyle, party-planning e bartender per definire il decalogo per organizzare il perfetto aperitivo natalizio.   

Attenzione dunque all’organizzazione della serata, dicono gli esperti, e a non sottovalutare importanti dettagli. Ma da cosa partire? In primis c’è il menù (79%), che dev’essere assortito (88%), originale (78%) e capace di andare incontro alle esigenze di tutti gli invitati, intolleranti e vegetariani compresi (69%).

Il punto di partenza dev’essere il menù – spiega Virginia Cabrini, nota party planner e volto di Real Time dove conduce il programma Party Planners – E’ importante stilare l’elenco di ciò che verrà servito e, di pari passo, pensare a come allestire la tavola natalizia e decorare la casa. Il mio consiglio è di collegare le due cose e seguire un unico mood. Ad esempio, se decidete di preparare qualcosa di piuttosto casereccio, come del salame affettato su un tagliere, anche l’allestimento deve essere semplice, magari utilizzando addobbi naturali. Se invece preferite i finger food più sofisticati, meglio optare per decorazioni in stile moderno. Per quanto riguarda il colore di tendenza per Natale 2015 consiglio sempre i colori classici come il rosso o il verde e se proprio volete essere originali, il tartan”.

Accanto al menù, non può mancare il drink giusto per il brindisi (67%). Secondo 7 esperti su 10, infatti, l’offerta dei cocktail dev’essere eterogenea (88%), ampia (76%) e ricercata (45%). Il padrone di casa quindi non potrà fare a meno di proporre almeno 3 diverse proposte accattivanti, senza assolutamente tralasciare i cocktail analcolici, sempre più apprezzati (77%), a tema natalizio per entrare nel giusto mood (50%), dando magari nomi personalizzati ai drink dedicati agli ospiti dal padrone di casa (41%).

Gli ingredienti che non possono mancare in un cocktail natalizio sono le spezie, che ci ricordano i profumi del Natale come ad esempio la cannella, l’anice stellato e lo zenzero – spiega Fabiano Omodeo, barman dal 1987 e docente dell’ AIBES, l’Associazione Italiana Barmen e Sostenitori – Come dimenticare poi gli agrumi freschi e i frutti di stagione come melagrana, ribes rossi e frutta secca. Può essere simpatico anche realizzare cocktail ad hoc, con nomi e ingredienti caratteristici per Natale e Capodanno. Una decorazione d’effetto? Un rametto di rosmarino, i frutti di ribes rosso ed una spolverata di zucchero a velo, capace di evocare l’abete addobbato”.

Ma come stupire gli ospiti e rendere un aperitivo natalizio memorabile? Gli esperti consigliano di preparare una vera e propria sorpresa (79%), come ad esempio montare un video dei momenti più belli dell’anno passati in famiglia o con gli amici da proiettare in salotto (49%). Un altro espediente raccomandato è consegnare un biglietto d’auguri personalizzato per ogni invitato (41%) o, in alternativa, stampare una foto significativa di un momento speciale trascorso con quella persona (38%). Anche la scelta della musica di sottofondo è importante (53%); la più consigliata dagli esperti è la musica lounge (56%), seguita dalla chill-out (51%), e dalle tipiche canzoni natalizie (43%). Da non dimenticare però i grandi classici italiani (33%) e gli ultimi successi della hit parade (31%) che accontentano tutti.

Quali sono infine gli errori da non commettere? Sono diverse le gaffes che possono compromettere la buona riuscita di un aperitivo natalizio a casa. Se parliamo di un aperitivo tra amici, è fondamentale evitare di creare un’atmosfera troppo formale, imponendo regole che non fanno altro che mettere a disagio (48%), come indossare le pattine sul parquet o vietare di sedersi sul divano nuovo. Ancora più importante però è la scelta degli spazi: da evitare assolutamente le stanze troppo strette (66%), per evitare che la gente si innervosisca o faccia cadere piatti e bicchieri nella calca. Il terzo errore più frequente in queste occasioni è dimenticare di comprare al supermercato un ingrediente fondamentale per la preparazione di cocktail e appetizer (34%).

ECCO INFINE IL DECALOGO DEL PERFETTO APERITIVO NATALIZIO A CASA:

  1. RELAX, TAKE IT EASY!

Parola d’ordine: rilassarsi! Non si tratta della Prima della Scala: è importante quindi lasciarsi andare, circondarsi di persone portatrici sane di simpatia e mood positivo e l’aperitivo di Natale con amici e parenti andrà certamente alla grande.

  1. OCCHIO ALLA GAFFE

Può bastare un secondo per mandare all’aria giorni e giorni di preparativi: sarà importante quindi non essere né troppo concentrati, condizione che conduce in pochi minuti al nervosismo, né troppo superficiali. Ottimismo: tutto andrà liscio e, altrimenti, sarà l’occasione per farsi una bella risata.

  1. SELEZIONA ALL’INGRESSO

La buona riuscita dell’aperitivo natalizio dipende da un fattore fondamentale: quali ospiti s’invitano. Evitare i critici ad oltranza, gli scorbutici, i nevrotici e gli inguaribili pessimisti. Circondarsi di amici veri e parenti sinceri, questo è fondamentale.

  1. USA DUE INGREDIENTI: TRADIZIONE E FANTASIA

La cucina italiana è ricca di gusto e sapori e la dieta mediterranea, nonché le tradizioni regionali, offrono tantissimi spunti e ricette. Vietato, però, dimenticarsi della fantasia: dalle contaminazioni che arrivano dalle diversissime tradizioni culinarie internazionali, al proprio estro creativo: ogni innovazione porterà ad un ottimo risultato.  

  1. SORPRENDI GLI OSPITI

Per lasciare un buon ricordo bisogna sorprendere gli ospiti pensando a qualcosa di diverso dal solito. Un video simpatico ed ironico, delle foto significative e drink pensati appositamente per ogni invitato, possono aiutare.

  1. ANCHE L’ORECCHIO VUOLE LA SUA PARTE

Non c’è un aperitivo degno di nota senza un’ottima colonna sonora. Non si tratta però di una discoteca, quindi è bene lasciare da parte i ritmi sfrenati per privilegiare musica lounge o con canti natalizi per creare la giusta atmosfera e generare sorrisi.

  1. TUTTO FA BRODO

Torte salate, sottoli, panettoni, pandori, cotechini e lenticchie. Tutti gli avanzi di pranzi e cenoni possono tornare utili per l’aperitivo natalizio. Basta lasciare spazio alla fantasia per deliziare gli ospiti con un occhio allo spreco.

  1. BE ORIGINAL!

Per scongiurare noia e apatia si devono rompere gli schemi e accantonare per un momento gli schemi mentali. Un canto tutti insieme con un ottimo cocktail in mano, decorazioni natalizie per tutta la casa e ricette fantasiose lasceranno il segno.

  1. QUALITA’, NON QUANTITA’

Tutti gli esperti sono concordi, per un aperitivo natalizio di successo bisogna puntare sulla qualità, piuttosto che sulla quantità. Montagne di patatine, chili di noccioline e litri di sangria non possono battere scelte ricercate e di qualità.

  1.  DIVENTA EVENT PLANNER PER UN GIORNO

Misurare gli spazi, immaginare quanta gente può arrivare, calcolare i posti a sedere, preparare la playlist giusta e assicurarsi che non manchi nulla. Per una giornata il padrone di casa dovrà trasformarsi in un vero e proprio event planner di successo.

 

Contact

Responsabile Relazioni Esterne

Prisca Peroni

prisca.peroni@waters.nestle.com

tel. 02-31971      

 

Found!

Sarah Zocco – Alessandra Ravelli

sarah.zocco@foundcomunicazione.com

alessandra.ravelli@foundcomunicazione.com

tel. 02 20404212