Comunicati Brand

Per 7 italiani su 10 la montagna è il luogo per ritrovare l'armonia familiare

03 Dec 2014

Un concentrato di divertimento, relax e buona cucina, immerso in un incantato panorama mozzafiato. La montagna è il perfetto connubio tra sport, gusto e cultura, da vivere attraverso un’ampia offerta d’intense attività che ogni anno attira milioni di famiglie italiane. Ben 7 italiani su 10 (68%) infatti considerano le cime innevate la destinazione perfetta per tornare a vivere appieno i legami familiari tra attività di gruppo e relax, relazioni a volte messe in secondo piano durante la caotica vita quotidiana in città. Amata da grandi e piccini, la montagna viene preferita inoltre perchépermette di rilassarsi e staccare la spina (57%),praticare innumerevoli attività proposte tra natura e centri benessere (54%) e vivere immersi nella purezza della natura (44%). Amati sia dalle donne (66%) sia dagli uomini (70%), i soggiorni in montagna variano dal weekend (47%), alla classica ma costosa “settimana bianca” (35%), e vengono prenotati maggiormente nel periodo delle festività natalizie (42%),Capodanno (38%) e Carnevale (20%).

E’ quanto emerge da uno studio di Levissima effettuato con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 2000 italiani di età compresa tra i 18 e i 60 anni attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, per capire qual è il rapporto tra le famiglie del Belpaese e la montagna.

Questa tendenza alla riscoperta della montagna come luogo ideale per le vacanze della famiglia è confermata dagli ultimi dati pubblicati dall’Osservatorio turistico della montagna italiana, che ha rilevato un aumento del 3,8% delle presenze rispetto allo scorso anno, nonostante la crisi economica e le conseguenti rinunce a cui le famiglie sono costrette. L’Osservatorio ha inoltre rilevato che circa 800mila italiani sarebbero disposti per la prima volta a trascorrere un soggiorno in alta quota senza praticare sport invernali, ma solamente gustandone i piaceri, che vanno dall’enogastronomia allo shopping, dal turismo culturale alla ricerca di nuove amicizie.

Ma quali sono le attività maggiormente praticate dagli italiani durante i soggiorni in alta quota?A tallonare i classici sci (77%) e la tavola da snowboard (69%), sono sempre più apprezzate le passeggiate sui sentieri innevati (52%), il nordic walking (47%),lo sci di fondo (38%) e le arrampicate sul ghiaccio (26%). Non tutti però amano praticare attività sportive sulla neve: sono in costante aumento infatti gli “SLONS”, acronimo di “snow lovers no skiers”, cioè coloro che amano la neve ma non sciano (34%), che scelgono la montagna semplicemente per passeggiare (70%), godere di trattamenti benessere nelle spa (56%) o visitare località d’alta quota (44%).

Per quale motivo gli italiani considerano la montagna il posto ideale dove soggiornare con i propri cari? Al primo posto c’è sicuramente la possibilità di passare del tempo assieme alla propria famiglia svolgendo attività divertenti (68%), cosa che in altre località di villeggiatura come il mare o le città d’arte risulta più complicata perché maggiormente dispersivi. Molti italiani adorano le vette perché è il posto per eccellenza dove rilassarsi e ritrovare la pace dei sensi (57%), magari gustandosi un bombardino in una baita a ridosso di una pista da sci. Sul terzo gradino del podio invece la grande offerta di escursioni, attività sportive e trattamenti nei centri benessere che offrono gli hotel e le spa d’alta quota (54%). Tra le altre motivazioni spiccano anche il piacere di vivere qualche giorno immersi nella purezza della natura incontaminata (44%), un vero toccasana per ricaricare le pile dopo mesi di caos cittadino, e la prelibatezza dei piatti e dei vini che si possono gustare nei ristoranti e nelle trattorie tipiche (36%).

Qual è l’identikit delle famiglie che scelgono di passare le proprie vacanze in montagna?I più presenti nelle località montane sono i nuclei familiari numerosi (38%), composti da più di quattro persone, che scelgono le valli innevate principalmente per fare escursioni e fare attività di gruppo che rigenerino i legami coi propri cari, spesso trascurati durante i mesi lavorativi. Ai nuclei numerosi seguono le coppie con un solo figlio, che rappresentano il 27% del totale. In netto incremento però anche legiovani coppie (20%), attirate dalla possibilità di passare delle stupende giornate sulla neve in compagnia della propria dolce metà e i gruppi di amici (15%), a caccia di nuove esilaranti avventure sulle piste da sci.

Qual è il periodo dell’anno prediletto dalle famiglie per passare qualche giorno in montagna? Il momento più gettonato dai vacanzieri amanti della neve sono proprio le festività natalizie (42%), durante le quali molti italiani si possono concedere le ferie dal lavoro,seguite dalCapodanno (38%) e dal Carnevale (20%). Per quanto riguarda la durata del soggiorno invece resiste la classica “settimana bianca”, scelta dal 35% degli amanti dell’alta quota, superata però già da alcuni anni dal weekend, più in linea con le disponibilità economiche del 47% delle famiglie italiane. Solo il 18% delle famiglie invece si reca in montagna per un’unica giornata di divertimento sulle piste da sci.

Ma cosa cercano essenzialmente coloro che scelgono di passare le ferie coi propri cari in alta quota? Al primo posto c’è la tranquillità (78%), necessaria per staccare finalmente la spina dai problemi e dalle commissioni da portare a termine in citta. A breve distanza c’è il divertimento (62%), obbiettivo principale degli “under 30” e dai nuovi sapori genuini che si possono provare solo in montagna (51%), specialità invece degli “over 50”. Ricercati anche il riposo (40%) e leemozioni forti regalate dagli sport invernali (31%).

Sempre più genitori incoraggiano i propri figli a vivere l’esperienza della montagna, ma quali benefici porta la montagna ai più piccoli? In primis si ricerca il contatto con la natura (69%), importante per creare una coscienza ambientale per le nuove generazioni anche a livello didattico, mentre ritenuti molto importanti sono anche la scoperta delle discipline sportive invernali (55%) e l’aria pulita, salubre e fresca, delle catene montuose dello Stivale (49%).    

SANPELLEGRINO

Sanpellegrino è l’azienda leader nel campo del beverage in Italia, con acque minerali, aperitivi analcolici, bibite e tè freddi. I suoi prodotti, sintesi di benessere, salute ed equilibrio, sono presenti in 140 Paesi attraverso filiali e distributori sparsi nei cinque continenti.

Sanpellegrino, come principale produttore di acqua minerale, è da sempre impegnata per la valorizzazione di questo bene primario per il Pianeta e lavora con responsabilità e passione per garantire a questa risorsa un futuro di qualità. Un impegno che passa anche attraverso la promozione dell’importanza di una corretta idratazione: Sanpellegrino infatti sostiene e diffonde i principi di benessere psico-fisico legati al corretto consumo di acqua, facendosi portavoce dell’“educazione all’idratazione” attraverso un programma che promuove il consumo quotidiano della corretta quantità di acqua, a seconda delle diverse esigenze e stili di vita.

S. Pellegrino, storico marchio dell’azienda, è l’acqua ufficiale di Expo Milano 2015 e del Padiglione Italia con la gestione della Piazzetta tematica Acqua allestita all’interno. Per celebrare l’Esposizione Universale 150 milioni esemplari di una bottiglia special edition vengono distribuiti in 80 Paesi, promuovendo l’evento sulle tavole di tutto il mondo.

Contatti:

Responsabile relazioni esterne
Gruppo Sanpellegrino
Prisca Peroni
prisca.peroni@waters.nestle.com
02 3197.1 

Ufficio Stampa Found!
Sarah Zocco
sarah.zocco@foundcomunicazione.com
Alessandra Ravelli
alessandra.ravelli@foundcomunicazione.com
02.20404212