Newsletter CSR - N° 28

Editoriale

Buongiorno a tutti,

nel numero di gennaio vorrei porre l’attenzione su alcuni progetti portati avanti negli ultimi mesi e in parte ancora in itinere.

L’impegno e la sensibilizzazione al corretto smaltimento degli imballi continua ad essere una delle principali sfide non solo del Gruppo Sanpellegrino ma di tutta Nestlé Waters, attiva nell’intera filiera del riciclo: dai produttori ai consumatori alle autorità pubbliche. Vi parleremo, infatti, di alcuni esempi pratici con cui l’azienda incentiva il riciclo del PET nel mondo.

In tema di valorizzazione della cultura dell’acqua e della risorsa idrica, quale bene indispensabile per l’intero Pianeta, un’importante iniziativa è stata presentata lo scorso 23 gennaio: la prima edizione del Premio Sanpellegrino Campus alle tre migliori tesi sull’acqua. Impegno e responsabilità significano per noi anche promozione del merito e del talento dei giovani laureati, ambasciatori di ricerca e innovazione e professionisti di domani.

Il primo Nestlé Waters CSV Film Festival sarà, infine, protagonista dell’ultima parte di questa newsletter. Un progetto, nato e ospitato sul web, con l’obiettivo di stimolare e promuovere la creatività dei vari mercati internazionali del Gruppo in tema di Creating Shared Value. Video e film, presentati dai vari mercati, sono stati votati dai dipendenti di ogni Paese ma anche da un pubblico esterno, scegliendo all’interno di 6 diverse categorie.

A chiudere la newsletter di questo mese sarà la consueta rubrica “Acqua e Numeri” nella quale vi parleremo dell’acqua quale componente principale di tutti gli esseri viventi, anche degli animali.

Buona lettura!

Daniela Murelli, Direttore Corporate Social Responsibility Gruppo Sanpellegrino

Riciclo, un processo che coinvolge tutti. Da Nestlé Waters alcuni esempi di cooperazione per la promozione della raccolta del PET

Ad oggi non esiste un sistema globale e uniforme di raccolta e riciclo degli imballaggi in plastica e per l’industria delle bevande la sensibilizzazione di tutti gli attori coinvolti risulta di primaria importanza. Ecco come il Gruppo incentiva il riciclo del PET nel mondo. 

Europa e Asia con Francia, Germania e Cina. Tre esempi di condotta virtuosa in fatto di collaborazione tra produttori, imbottigliatori, istituzioni e società civile. E tante le iniziative messe in atto per coinvolgere tutti i soggetti della filiera.

Nel continente asiatico, ad esempio, e in particolare in Cina, Nestlé Waters, per incoraggiare la raccolta di PET, ha puntato su attività e progetti educational. Tra il 2009 e il 2010 numerose sono state le campagne on line e le promozioni in store, oltre ad una massiccia presenza di banner pubblicitari nei motori di ricerca. Grazie alla presenza di cartoni animati, giochi e premi a sorteggio è stato inoltre valorizzato l’aspetto ludico per sensibilizzare maggiormente il consumatore all’impatto che un corretto riciclo può avere nei confronti dell’intera società.

Trend di crescita nel riciclo del PET anche per Francia e Germania dove, nel primo caso, il Gruppo è stato co-fondatore nel 1992 di Eco-Emballages la cui mission è organizzare, monitorare e contribuire a rimuovere rifiuti di imballaggio domestici. Nell’ultimo ventennio dalla fondazione di Eco-Emballages i tassi di raccolta di bottiglie sono costantemente aumentati. Anche in Germania la collaborazione di Nestlé Waters con DSD (Duales System Deutschland) ha attestato il trend di crescita sui livelli raggiunti oltralpe. Qui le aziende pagano un canone per finanziare sistemi di raccolta e altri programmi correlati al riciclo. Il consumatore può apprezzare e conoscere le buone condotte dei vari marchi grazie a un “punto verde”, apposto sulla confezione, che simboleggia la partecipazione al programma integrato.

Sanpellegrino sostiene il talento e la competenza dei laureati italiani con il Premio Sanpellegrino Campus

“Sostenibilità e Ambiente”, “Salute e Idratazione”, “Valore e Cultura”. Queste le aree tematiche su cui laureati e laureandi si sono confrontati per scrivere il proprio elaborato di tesi. I tre lavori migliori e meritevoli di altrettante borse di studio sono stati vagliati e individuati da una giuria di esperti, composta da illustri giornalisti, docenti universitari e membri interni al Gruppo.

Indagare il complesso mondo dell’acqua minerale sotto i suoi molteplici aspetti, sviluppare idee che mettono al centro la risorsa idrica come volano di crescita economica, sociale e culturale. Con questo obiettivo, mondo accademico e azienda si incontrano, valorizzando il talento e il patrimonio di conoscenze dei giovani universitari e sensibilizzando alla cultura dell’acqua attraverso il patrimonio di conoscenze che questi ultimi portano in dote.

La Prima edizione del Premio Sanpellegrino Campus si è chiusa il 23 gennaio con la celebrazione delle tre migliori tesi che, valutate in base a originalità, autorevolezza delle fonti, scientificità e oggettività, hanno superato il giudizio di attenti esperti di vari settori che hanno scelto tra i numerosi lavori presentati. Il Premio fa parte di un progetto più ampio, il Sanpellegrino Campus, un centro studi autorevole che promuove l’autonomia della ricerca degli universitari sull’acqua e dedicata al sostegno del mondo accademico.

Promuovere talento e idee. Questa la motivazione da cui l’azienda è partita quando ha pensato a questo progetto. Il Gruppo, da sempre, valorizza il merito premiando il raggiungimento di risultati eccellenti. Impegno e responsabilità significano anche aiutare i professionisti di domani a mettere a frutto le loro potenzialità assegnando loro obiettivi stimolanti.

Arriva sul web il primo CSV Film Festival di Nestlé Waters: una raccolta di iniziative promosse dall’azienda nel mondo che testimoniano il proprio impegno nel creare valore condiviso

Un evento di livello internazionale per sostenere la conoscenza del nostro impegno a favore di qualità, ambiente e comunità.

Principi aziendali, Risorse Idriche, Performance Ambientali, Idratazione, Valorizzazione dell’Acqua e Sviluppo Rurale. Queste le categorie all’interno della quali ogni Paese ha potuto presentare le proprie iniziative e tentare di aggiudicarsi il Nestlé Waters CSV Award 2012. Lanciato sul sito corporate dell’azienda il 1 dicembre 2012 e terminato il 27 gennaio 2013, il concorso ha l’obiettivo di valutare i risultati raggiunti dai vari settori di mercato in ottica di Creazione di Valore Condiviso.

Nestlé, quale prima azienda alimentare nel mondo, opera infatti nella convinzione che per avere successo nel lungo periodo è necessario creare valore sia per sé e per i propri azionisti sia per la società in cui produce, apportando benefici concreti alle persone, all’economia e al territorio. E proprio seguendo questo principio i film e i video candidati, visionabili tramite intranet o su YouTube, sono stati giudicati da un pubblico interno e da uno esterno.

L’Italia ha partecipato con ben 6 storie di successo che raccontano i progetti di Sanpellegrino sulla valorizzazione dell’acqua minerale e del PET, di come si insegna alle nuove generazioni l’importanza del riciclo, del rispetto per l’ambiente anche nelle attività logistiche, dell’utilizzo delle energie rinnovabili e di come favorire la conoscenza dei ruoli aziendali attraverso l’esperienza diretta. 6 premi dunque che testimoniano l’impegno e l’investimento dell’azienda su risorse, talenti, servizi e strumenti in grado di migliorare la qualità della vita e dell’ambiente in cui viviamo.

Acqua e Numeri

Quasi tutti gli esseri viventi sono costituiti almeno per il 50% di acqua e anche gli animali non fanno eccezione. La medusa, ad esempio, la contiene per il 95%, il lombrico per l’80%, la mucca e il cervo rispettivamente per il 65% e 64%. Il cane e il gatto invece hanno il 63% e 62% di acqua e i coleotteri infine il 48%.

(Fonti: Progetto WET – Educare alla risorsa Acqua. Guida per l’insegnante)