Salta al contenuto principale
Ambiente e Territorio

Sanpellegrino e le priorità di sostenibilità per il futuro

Sanpellegrino e le priorità di sostenibilità per il futuro
Sanpellegrino e le priorità di sostenibilità per il futuro

Garantire all’acqua un futuro di qualità è la missione che il Gruppo Sanpellegrino persegue con impegno e costanza, partendo in primis dalla tutela dei territori nei quali opera. Un impegno illustrato all’interno del Bilancio di sostenibilità 2022, nel quale l’azienda indica una serie di commitment in essere a livello di Gruppo. Obiettivi concreti da raggiungere nei tempi prestabiliti, che consentono all’azienda di ridurre l’impatto ambientale delle proprie attività e di rispettare gli obiettivi prefissati a livello internazionale.

Le 4 macro-priorità

La mission “Good Food, Food Life” si riflette direttamente su Sanpellegrino. Per questo, l’azienda ha definito 4 macro-priorità che si articolano su diversi punti:

 

  1. Corporation come Force for Good

Le convinzioni, i valori e le pratiche aziendali consentono il viaggio quotidiano nella sostenibilità. L’obiettivo è di compiere ulteriori passi in avanti per attestare il modello aziendale del Gruppo Sanpellegrino come una vera Force for Good.

 

  1. Brand attori del cambiamento attraverso le Sustainability Promise

Indirizzare gli investimenti di sostenibilità per amplificare l’impatto dei propri marchi. Per garantire un’azione forte, coerente e positiva, l’azienda perseguirà la sustainability promise dei propri brand.

 

  1. Ridurre la propria impronta ecologica e generare un impatto positivo sul pianeta

Portare avanti un percorso di carbon reduction progressivo nel tempo. Promuovere azioni di Circular economy per ottimizzare l’uso delle risorse naturali. Garantire la rigenerazione dei cicli dell’acqua e attività a favore di un’agricoltura rigenerativa. Valorizzare il capitale naturale tutelando, sempre, la biodiversità.

 

  1. La cultura della sostenibilità che fa la differenza

Per creare un impatto reale l’azienda ha bisogno che i propri dipendenti, gli stakeholder e i consumatori si uniscano al loro viaggio. Il Gruppo rafforzerà questo legame facendo da mentori all’organizzazione e facilitando il passaggio a un approccio “sustainable by design”.

Priorità e commitment del gruppo

Le priorità del Gruppo si traducono, quindi, in commitment concreti con un arco temporale differente. Per avere un impatto positivo sul Pianeta, il Gruppo intende:

 

•      certificare entro il 2025 tutti i propri stabilimenti secondo lo standard dell’International AWS (Alliance for Water Stewardship) che incoraggia e premia l’impegno a seguire linee guida, riconosciute a livello internazionale, nella gestione sostenibile e condivisa delle risorse idriche locali

 

•      rendere entro il 2025 tutti i propri packaging riciclabili o riutilizzabili e utilizzare almeno il 50% di plastica riciclata per Levissima, S. Pellegrino e Acqua Panna

 

•      raccogliere entro il 2030 tante bottiglie quante ne produce

 

•      raggiungere, a livello di Gruppo, entro il 2050 l’obiettivo zero emissioni nette in linea con l’impegno stabilito dalle Nazioni Unite. Da tempo Sanpellegrino ha, infatti, definito una roadmap per rimuovere e ridurre le proprie emissioni di anidride carbonica.

L’importanza dell’ESG tracker

Al fine di tracciare tutti i progetti nell’ambito della sostenibilità, nel corso del 2021, a livello di Gruppo è stato implementato l’ESG Tracker, ossia un sistema che supporta il Gruppo nel monitorare in un unico tool i costi e i benefici di ogni singolo progetto.

 

Questo tool è essenziale per identificare quali sono le azioni strategiche, in termini di progetti e attività, da portare avanti per raggiungere le priorità definite. I principali benefici di cui il tool tiene conto sono estremamente personalizzati sulle attività di Sanpellegrino; i contributi correlati sono espressi in termini di riduzione di CO2, risparmio di plastica vergine e utilizzo d’acqua, e valorizzati sulla base della tipologia del progetto rendicontato.

Articolo successivo