Comunicati Corporate

Primo report sulla creazione di valore condiviso per Sanpellegrino

07 Sep 2017
  • Strategie e politiche aziendali tese alla riduzione dell’impatto ambientale, allo sviluppo sociale ed economico, orientata alla creazione di valore condiviso.
  • Valore economico complessivo distribuito:  885 milioni di euro agli stakeholder, di cui 161 milioni di euro alle comunità locali, ai quali si aggiungono oltre 100 milioni di euro di investimenti sui territori.
  • Attenzione all’impatto ambientale: 100% di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili per gli Stabilimenti del Gruppo, diminuzione negli ultimi quattro anni del 14,8% dell’anidride carbonica emessa per litro di acqua trasportata e risparmio di oltre 6.000 tonnellate di PET nei packaging.
  • Logistica sostenibile: oltre il 41% dell’acqua del Gruppo viaggia su mezzi “verdi”, ovvero treni e rimorchi ultraleggeri a gas naturale liquefatto.

Milano, 7 settembre 2017 – Sanpellegrino, azienda di riferimento in Italia nel settore delle acque minerali e delle bibite non alcoliche, con circa 1.500 dipendenti e prodotti esportati in oltre 150 Paesi nel mondo, ha pubblicato il primo Rapporto sulla creazione di valore condiviso che illustra l’impegno dell’azienda per la cura di una risorsa preziosa come l’acqua, dalla fonte alla tavola e oltre. Il Gruppo genera benefici tangibili sotto il profilo sociale, economico e ambientale, per le persone, a partire da quelle che lavorano per l’azienda,  le famiglie, i clienti, le comunità in cui opera.

Il coinvolgimento delle comunità per la valorizzazione dei territori, la gestione sostenibile delle risorse naturali e l’impegno a crescere generazioni più sane attraverso la promozione di una corretta idratazione sono i driver di una politica aziendale orientata alla creazione di valore condiviso, con piani industriali e investimenti di oltre 100 milioni di euro sul territorio che favoriscono una crescita sostenibile. Il valore economico generato dal Gruppo Sanpellegrino nel 2016 è stato di 911 milioni di euro, con un incremento del 10,4% rispetto al 2014. Nello stesso anno, il valore economico distribuito agli stakeholder è stato pari a 885,9 milioni di euro (+ 11,4% rispetto al 2014), con una crescita del 14,5% del valore distribuito ai dipendenti e del 7% di quello reso alle Pubbliche Amministrazioni e con 161 milioni di euro distribuiti alla collettività attraverso progetti di sostegno locale, al netto di tasse e concessioni.

Coinvolgimento delle comunità per la valorizzazione dei territori

L’imbottigliamento dell’acqua minerale è un’attività non delocalizzabile, che crea occupazione e valore nelle comunità locali. Il report evidenzia lo stretto legame tra l’azienda e le comunità in cui opera: quasi il 70% dei 1.531 dipendenti lavora sul territorio ed è residente a meno di 10 km dai siti produttivi. Questo comporta una ridistribuzione di valore legata all’occupazione diretta sul territorio di oltre 64 milioni di euro, con un indotto locale diretto che supera i 95 milioni di euro. Nel corso del 2016, il Gruppo Sanpellegrino ha, infatti, generato un valore economico (occupazione diretta + indotto locale diretto) pari a 161 milioni di euro nei territori dove sono presenti le fonti, cifra alla quale si aggiungono 4,4 milioni di euro relativi a tasse e concessioni di emungimento.

Un valore destinato a crescere anche grazie agli investimenti realizzati e pianificati in Italia dal Gruppo Sanpellegrino che nel 2016 ha aperto lo stabilimento Nestlé Vera a Castrocielo (FR). Una smart factory alimentata al 100% con energie rinnovabili, che si pone un obiettivo di emissioni zero e consente una riduzione di circa il  25% delle emissioni di anidride carbonica legate al trasporto. Il progetto industriale, del valore di 16 milioni di euro, infatti, ha consentito di completare l’approccio multi-fonte di Nestlè Vera che, attraverso la distribuzione delle sorgenti sul territorio nazionale, contribuisce a valorizzare le risorse idriche locali e ad avvicinare il luogo di imbottigliamento e di consumo, riducendo di conseguenza l’impatto ambientale.

A questo si aggiunge un investimento di 90 milioni di euro per la realizzazione della Flagship Factory di San Pellegrino Terme (BG), che ha l’obiettivo di rendere il sito produttivo ancora più performante per sostenere il business dell’azienda nei prossimi anni. Toccherà al celebre studio di architettura danese BIG progettare la nuova casa dell’acqua minerale S.Pellegrino, destinata a diventare il biglietto da visita del Gruppo e una risorsa economica e turistica per l’intera comunità. Anche Levissima si prepara a rinnovare il proprio stabilimento, con un progetto fortemente integrato nel territorio e teso a valorizzare le montagne dalle quali sgorga la sua acqua.

Gestione sostenibile delle risorse naturali e riduzione impatto ambientale

La salvaguardia delle fonti e dei territori circostanti è alla base delle politiche di sostenibilità ambientale di Sanpellegrino che ha predisposto nella zona di captazione un sofisticato sistema di sicurezza per garantire la purezza originaria dell’acqua minerale. Nelle zone di rispetto e protezione l’azienda effettua, invece, controlli stringenti per preservare le aree evitando che si installino attività invasive o potenzialmente inquinanti. Ne è un esempio la tenuta di Acqua Panna a Scarperia, nel Mugello, un’area di oltre 1.300 ettari dedicata esclusivamente ad azienda agricola biologica e area faunistica per l’incremento della fauna selvatica. La salvaguardia delle risorse idriche per Sanpellegrino coincide anche con l’ottimizzazione del loro utilizzo, attraverso la riduzione del consumo di acqua nei processi produttivi, pari a 1,8 litri per litro imbottigliato (- 6% rispetto al 2014).

Il Report riflette anche l’impegno di Sanpellegrino sul fronte della riduzione dell’impatto ambientale che si traduce nella diminuzione del 14,8% della quantità di anidride carbonica emessa per ogni litro di acqua trasportata rispetto al 2012, nel risparmio di oltre 6.000 tonnellate di PET nei propri packaging negli ultimi 8 anni e nella scelta di una logistica sostenibile. Oltre il 41% dell’acqua imbottigliata dal Gruppo viaggia, infatti, su rotaia, rimorchi ultraleggeri o su mezzi innovativi alimentati a LNG (Gas Naturale Liquefatto) con una capacità inquinante 11 volte inferiore rispetto ai più moderni veicoli per il trasporto merci. Nel caso di Levissima, questa percentuale sale a quasi il 50%, in crescita costante negli anni.

Anche le performance energetiche degli stabilimenti del Gruppo sono in costante miglioramento, con una riduzione del 37% del consumo di energia dal 2010 e l’utilizzo del 100% di energia acquistata da fonti rinnovabili. Un altro fronte importante è l’impegno per l’innovazione dei packaging: Levissima utilizza un’innovativa bottiglia proveniente  per  il 30% da materie prime di origine vegetale, con cui è prodotta  l’intera gamma La Litro e per una parte consistente della linea 150 frizzante.

Ricorre infine quest’anno il decimo anniversario del Progetto Ghiacciai Levissima, una partnership con l’Università degli Studi di Milano per lo studio e la salvaguardia dei Ghiacciai italiani.

Impegno per la salute dei consumatori

Sulle proprie acque minerali Sanpellegrino esegue ogni giorno oltre 4.000 controlli qualità in fase di produzione e 500 controlli di qualità in laboratorio.

L’impegno per la salute dei consumatori si affianca alle attività di promozione di una corretta idratazione, con l’obiettivo di crescere generazioni più sane raggiungendo 1 milione di bambini e genitori ogni anno con messaggi legati alla promozione dell’acqua come prima scelta per l’idratazione dei più piccoli, anche attraverso l’impegno del suo Brand destinato alle famiglie, Nestlé Vera.

Il Rapporto sulla creazione del valore condiviso è disponibile qui.

SANPELLEGRINO

Sanpellegrino è l’azienda di riferimento nel campo del beverage in Italia, con acque minerali, aperitivi analcolici, bibite e tè freddi. I suoi prodotti, sintesi di benessere, salute ed equilibrio, sono presenti in oltre 150 Paesi attraverso filiali e distributori sparsi nei cinque continenti.

Sanpellegrino, come principale produttore di acqua minerale, è da sempre impegnata per la valorizzazione di questo bene primario per il Pianeta e lavora con responsabilità e passione per garantire a questa risorsa un futuro di qualità. Un impegno che passa anche attraverso la promozione dell’importanza di una corretta idratazione: Sanpellegrino infatti sostiene e diffonde i principi di benessere psico-fisico legati al corretto consumo di acqua, facendosi portavoce dell’“educazione all’idratazione” attraverso un programma che promuove il consumo quotidiano della corretta quantità di acqua, a seconda delle diverse esigenze e stili di vita.

Contatti:

Responsabile relazioni esterne Sanpellegrino 

Prisca Peroni 02.3197.2307

prisca.peroni@waters.nestle.com

MSL Group – Ufficio stampa Gruppo Sanpellegrino

Barbara Rivolta – 02 30353324 / 348 3666549 – barbara.rivolta@publicisconsultants.it