Packaging a impatto ridotto per l'imbottigliamento di acqua minerale

Da sempre Sanpellegrino è impegnato nello studio di imballaggi, processi e tecnologie innovative che rispettino sempre più l'ambiente e il consumatore

Il Gruppo Sanpellegrino è da sempre impegnato nello studio di imballaggi, processi e tecnologie innovative che rispettino sempre più l’ambiente e il consumatore. Il materiale, comunemente utilizzato per l’imbottigliamento dell’acqua minerale è il PET (polietilenetereftalato), plastica trasparente, resistente agli urti e riciclabile al 100%, che può essere reimpiegata per altri molteplici scopi.
Proprio nell’ottica di utilizzare un packaging sempre più sostenibile, che rispetti l’ambiente ma che garantisca al consumatore gli stessi standard qualitativi, il Gruppo Sanpellegrino porta avanti importanti progetti che hanno al centro la riduzione dei materiali e il riciclo degli stessi. In particolare:

     o    Lightweighting, cioè riduzione del peso di tutte le bottiglie e gli imballaggi utilizzando meno plastica
     o    Utilizzo di BIO-based PET, una plastica più sostenibile di origine vegetale 
     o    Utilizzo di R-PET, ovvero produzione di nuove bottiglie contenenti PET riciclato
     o    Progetti di sensibilizzazione nei confronti dei consumatori.

Limitare la quantità di PET utilizzato per produrre bottiglie in plastica significa ridurre l’impatto della produzione stessa sull’ambiente. Inoltre, il Gruppo Sanpellegrino si impegna nella ricerca di nuovi materiali che sappiano coniugare la sostenibilità con la qualità e la sicurezza del prodotto. Questo perché la bottiglia di acqua deve continuare a svolgere il suo ruolo di protezione, mantenendo costanti e inalterate caratteristiche importanti come la stabilità, la resistenza, l’impermeabilità, per garantire al consumatore una qualità del prodotto ineccepibile.

Leggi il Report CSV 2018.