Il riciclo del PET

Uno studio Althesys commissionato da Sanpellegrino evidenzia i benefici economici e socio-ambientali del ricilo delle bottiglie di acqua minerale

Circa 1,2 miliardi di Euro, 42 discariche evitate e 3 tonnellate di emissioni di CO2 risparmiate. Sono questi gli effetti delle politiche di riciclo delle bottiglie di acqua minerale in Italia che emergono da uno studio che il Gruppo Sanpellegrino ha commissionato ad Althesys, dati che sottolineano i benefici economici, sociali e ambientali che tali politiche hanno portato all’Italia nel decennio compreso tra il 2000 e il 2010.

Lo studio è stato condotto utilizzando lo strumento della cost-benefit analysis e ha permesso di stimare, come ha sottolineato Alessandro Marangoni, CEO di Althesys, le ricadute del riciclo degli imballaggi della plastica e delle bottiglie di acqua minerale sul Paese, ricadute importanti anche in termini di indotto e occupazione. E’ stato calcolato che la raccolta e il riciclo degli imballaggi in plastica ha avuto un costo di 1,9 miliardi di euro e apportato  benefici incrementali pari a 4,6 miliardi di euro. Tali benefici derivano da un minor utilizzo di materie prime, dalla riduzione della produzione e quindi dello smaltimento dei rifiuti e dall’indotto economico. Nell’industria delle acque minerali, il Gruppo Sanpellegrino ha svolto un ruolo importante e ha contribuito a portare al Paese benefici complessivi per 232  milioni di euro, con risvolti notevoli sia in termini di economici che di impatto ambientale. Il riciclo del PET del Gruppo, infatti, ha permesso di evitare l’emissione 559.000 tonnellate di CO2, mentre le tonnellate di imballaggi riciclati sono state 204.863 equivalenti a 8 discariche evitate. Nel complesso si è sviluppato un indotto economico, tra nuove attività economiche e occupazionali, per 152,8 milioni di euro, al netto dei costi.

Per saperne di più: videointervista al professor Alessandro Marangoni – CEO Althesys

Perché è importante riciclare il PET?

Come dimostrato dalla ricerca condotta dall’Istituto Althesys, la raccolta differenziata e il riciclo del PET creano nel nostro paese vantaggi economici, con nuove attività produttive e occupazionali, benefici per l’ambiente, con diverse tonnellate di anidride carbonica e discariche evitate.

Il riciclo permette inoltre di dare nuova vita al PET, trasformandolo in nuove bottiglie - a seguito dell’entrata in vigore del Decreto Ministeriale n. 113 del 18 maggio 2010, che permette di utilizzare fino al 50% di PET riciclato per la produzione di nuove bottiglie di acqua minerale - e in tanti altri oggetti. Secondo alcuni dati resi noti da COREPLA, il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio ed il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica, con 10 bottiglie di plastica riciclata è possibile realizzare un maglione; con 20 bottiglie si può produrre una coperta in pile; con 27 bottiglie una felpa in pile; infine per realizzare l’imbottitura di un piumino matrimoniale bastano 67 bottiglie di plastica.

Leggi il Report CSV 2018 o sfoglia la versione navigabile.