Sanpellegrino Meets University

Trenta studenti dell'Università di Verona a San Giorgio in Bosco

01 Jun 2015

Il Gruppo Sanpellegrino prosegue il suo impegno nei confronti del mondo dell’Università e degli studenti accogliendo 30 studenti del dipartimento di Biotecnologia dell’Università di Verona nello stabilimento di San Giorgio in Bosco (Padova). L’incontro, che si è svolto giovedì 28 maggio, nasce per creare uno scambio virtuoso tra giovani e azienda con l’obiettivo di far conoscere quali sono le skills che bisogna sviluppare per collocarsi nel mondo del lavoro dopo il percorso accademico.

Nello stabilimento padovano viene imbottigliata l’acqua minerale Nestlé Vera che sgorga dalle Dolomiti e, al tempo stesso, sono presenti anche alcune linee produttive delle storiche bibite Sanpellegrino (due dedicate al prodotto in PET e una a quello in lattina) e una linea dedicata al te freddo Belté. La fabbrica di San Giorgio in Bosco, inoltre, è anche un importante centro di ricerca e sviluppo di nuovi materiali che mirano a ridurre l’impatto ambientale delle attività del Gruppo Sanpellegrino; produce autonomamente energia elettrica, vapore e acqua fredda; ha creato la “Bottle Fly”, la bottiglia da 0,5 litri più leggera con i suoi 9,6 grammi; dà lavoro a 360 persone e per questo ha importante ricadute economiche e sociali sul territorio.

Per spiegare come funziona una realtà aziendale di tale complessità, l’azienda ha accolto 30 studenti del Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona. A guidare i giovani saranno Salvatore Sbriglione, Direttore degli Stabilimenti Nestlé Vera di San Giorgio in Bosco (PD) e Santo Stefano in Quisquina (AG), Renza Tomasello, Market Quality Manager di Sanpellegrino e Prisca Peroni, Responsabile Relazioni Esterne del Gruppo Sanpellegrino. L’incontro si focalizzerà sulle attività di controllo e prevenzione sul prodotto e sui processi che vengono sviluppati per garantire gli standard di sicurezza e qualità.

L’iniziativa rientra nel più ampio progetto Sanpellegrino Campus di sostegno ai giovani universitari e laureati. Tra le attività anche il Premio Sanpellegrino Campus, giunto quest’anno alla sua 3° edizione, che valorizza il talento dei giovani laureati premiandoli con 3 borse di studio di 1.500 euro alle migliori tesi in “Acqua e Benessere”, “Sostenibilità Ambientale ed Economica”, “Made in Italy”. E per avvicinare ancora di più i giovani al mondo del lavoro, a ciascuna borsa di studio è associata anche la possibilità di effettuare uno stage in azienda.