Salta al contenuto principale
Scroll to explore
Ambiente e Territorio

Cosa si intende per carbon neutrality e come possiamo raggiungere la neutralità carbonica

Cosa si intende per carbon neutrality e come possiamo raggiungere la neutralità carbonica
Cosa si intende per carbon neutrality e come possiamo raggiungere la neutralità carbonica

Che cos'è la carbon neutrality e cosa significa l'espressione carbon neutral

Con il termine carbon neutrality (in italiano “neutralità carbonica”) si indica il risultato di un processo di quantificazione, riduzione e compensazione delle emissioni di CO2 da parte di prodotti, servizi, organizzazioni. Arrivare alla carbon neutrality significa raggiungere un equilibrio tra le emissioni e l'assorbimento di carbonio.

L’espressione “carbon neutral” si utilizza riferita ad un prodotto, un servizio, un processo o una Organizzazione, quando si trovano in una situazione di annullamento dell’impatto della CO2. La carbon neutrality si raggiunge bilanciando le emissioni di anidride carbonica con la loro riduzione e compensazione: per definizione, infatti, carbon neutrality significa che ogni tonnellata di CO2 antropogenica, che non viene eliminata tramite le azioni di riduzione, viene compensata con una quantità equivalente di CO2 rimossa, ottenendo così un saldo di emissioni di CO2 minore o uguale a zero.

Come raggiungere la neutralità carbonica ed arrivare a zero emissioni?

Per poter raggiungere la carbon neutrality oltre a compensare, è fondamentale anche ridurre le emissioni di carbonio nell’atmosfera. Per farlo, bisogna ridurre le emissioni prodotte in un settore, evitando l’utilizzo di alcuni tipi di elementi e sostituendoli con fonti alternative; ad esempio, è fondamentale investire nelle energie rinnovabili come quella eolica (che sfrutta le correnti dei venti per produrre una quantità di kilowattora), solare (di tipo termico e fotovoltaico per produrre calore ed elettricità a partire dalla luce solare), e idroelettrica (che sfrutta le risorse idriche in bacini artificiali per poi immetterle in apposite turbine capaci di sprigionare energia), nell'efficienza energetica (mettendo a norme e ammodernando gli impianti per fare fronte al fabbisogno energetico degli edifici privati e industriali) e nell’utilizzo di tecnologie pulite.

Gli obiettivi europei per la carbon neutrality

Per consentire nel più breve tempo possibile di raggiungere tali obiettivi e preservare il Pianeta, negli anni l’Unione Europea ha lanciato una serie di accordi e iniziative. Dopo essere stata tra i promotori dell'Accordo di Parigi del 2015, il primo accordo universale e giuridicamente vincolante sui cambiamenti climatici firmato da 195 paesi (UE inclusa), la Commissione europea nel marzo 2020 ha presentato il Green Deal europeo, la tabella di marcia per raggiungere la carbon neutrality in Europa entro il 2050. Questo obiettivo sarà raggiunto attraverso la legge europea sul clima che inserisce la carbon neutrality nella legislazione vincolante comunitaria.

 

Per riuscire a contenere il riscaldamento globale entro la soglia di 1,5°, reputata sicura dal Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC), l’Unione Europea ha deciso di raggiungere il traguardo emissioni zero entro la metà del ventunesimo secolo. Ciò potrà essere possibile attraverso l'azione di tutti i settori della nostra economia, che comprende tra le diverse misure: investimenti in tecnologie rispettose dell'ambiente, l’introduzione di forme di trasporto privato e pubblico più pulite, più economiche e più sane e la decarbonizzazione del settore energetico.

  

Scopri anche l’importanza della plastica PET e del riciclo secondo uno studio fatto per Sanpellegrino.

Carbon Neutrality: l'impegno del Gruppo Sanpellegrino per ridurre le emissioni

Verso la carbon neutrality si inserisce anche l’impegno del Gruppo Sanpellegrino, prima azienda nel settore delle acque minerali a intervenire su tutto il perimetro dei suoi 3 brand di acqua minerale S.Pellegrino, Acqua Panna e  Levissima e delle Bibite Sanpellegrino al fine di raggiungere la carbon neutrality entro il 2022, attraverso azioni di riduzione e compensazione che non riguardano solo singole referenze, ma includono l’intera gamma, nell’intero ciclo produttivo lungo tutta la filiera, che comprende la produzione all’interno degli stabilimenti, il packaging dei prodotti, la logistica, e la gestione del capitale naturale. Questi obiettivi verranno estesi all’intero portafogli prodotti dell’azienda entro il 2025.

 

Scopri anche l’importanza della plastica PET e del riciclo secondo uno studio fatto per Sanpellegrino.

 

Scopri di più sull’impegno del gruppo Sanpellegrino nei processi di decarbonizzazione.

 

Articolo successivo